Social

Partnership

MicroSectors partecipa a:

Rete di imprese Ripartirete

MicroSectors utilizza il metodo:

xenoo

Porti turistici

Porti turistici

MicroSectors monitora il sistema italiano dei porti turistici ed offre, agli investitori ed agli operatori del settore, informazioni dettagliate sulle opportunità di business, attuali e future.marinas

Ogni porto turistico ha punti di forza e punti di debolezza ed il suo appeal muta nel tempo in funzione del cambiamento delle aspettative dei suoi fruitori.

MicroSectors, rilevando costantemente le dinamiche della domanda e dell’offerta, è in grado di offrire, a tutti gli operatori della filiera, un set di informazioni e di dati a supporto delle scelte strategiche.

Al tempo stesso è in grado di fornire agli investitori un servizio di consulenza specialistica sulle opportunità di sviluppo di specifiche location e sulle occasioni di business.


Per ulteriori informazioni anna.mussa@microsectors.eu

FLASH PORTI TURISTICI E DIPORTO NAUTICO

Il diffondersi del diporto nautico traina lo sviluppo dei porti turistici, ormai orientati a divenire piccole cittadelle marine che possono rappresentare un importante volano per lo sviluppo locale

Il settore offre notevoli potenzialità di sviluppo dal momento che in Italia si contano oltre quattro imbarcazioni da diporto per ormeggio (in Francia tre, in Gan Bretagna ed in Spagna due). Inoltre per ogni chilometro di costa vi sono circa 20 posti barca in Italia, mentre in Francia ve ne sono 72 ed in Spagna 50. In Italia infatti a fronte di quasi 7.500 Km di coste sono presenti poco più di 150.000 posti barca.

Secondo alcuni studi, il diportista ha una spesa media superiore a quella di altre tipolgie di turista. Infatti secondo l’Osservatorio Nautico Nazionale il diportista spende mediamente 111 euro al giorno per “servizi accessori” all’ormeggio, di cui lo shopping ne assorbe oltre il 38% e la ristorazione il 35%.

In conclusione la presenza di una domanda ancora superiore all’offerta e la buona capacità di spesa del diportista hanno indotto diverse realtà imprenditoriali a focalizzare i propri investimenti nell’ambito della nautica.

E’ pertanto allo studio la riqualificazione del porto turistico di Marina di Carrara, mentre entro la fine del 2010 dovrebbero terminare i lavori al porto di Loano (1.000 ormeggi) e sono già terminati al porto di Imperia ove è stata ampliata l’offerta con 1.000 posti barca.

Tali realtà rappresentano location decisamente attrattive per le aziende appartenenti a settori come la ristorazione, il vending, l’abbigliamento o le calzature, così come per gli investitori.MicroSectors monitora il sistema italiano dei porti turistici ed offre, agli investitori ed agli operatori del settore, informazioni dettagliate sulle opportunità di business, attuali e future.marinas

Ogni porto turistico ha punti di forza e punti di debolezza ed il suo appeal muta nel tempo in funzione del cambiamento delle aspettative dei suoi fruitori.

MicroSectors, rilevando costantemente le dinamiche della domanda e dell’offerta, è in grado di offrire, a tutti gli operatori della filiera, un set di informazioni e di dati a supporto delle scelte strategiche.

Al tempo stesso è in grado di fornire agli investitori un servizio di consulenza specialistica sulle opportunità di sviluppo di specifiche location e sulle occasioni di business.


Per ulteriori informazioni anna.mussa@microsectors.eu